CERCA
Collegamenti sponsorizzati

Energy manager

Chi è l'Energy Manager

Articolo aggiornato il 31-01-2018

L'energy manager è quella figura professionale che ha l’incarico di analizzare e ottimizzare il bilancio energetico delle aziende, sia pubbliche che private, che abbiano un forte consumo energetico; inoltre è anche l’esperto nei processi di certificazione legati alla diagnosi energetica degli edifici  per la conservazione e l'uso razionale dell'energia. La sua nomina è obbligatoria e deve essere rinnovata annualmente. Vediamo i compiti dell’energy manager e la sua evoluzione professionale verso la figura certificata dell’Esperto in Gestione dell'Energia.
Chi è l'Energy Manager Collegamenti sponsorizzati

Chi è l'Energy Manager
Le aziende sia pubbliche che private che hanno consumi energetici rilevanti, secondo quanto stabilito dall'articolo 19 delle Legge 10/91, devono nominare una figura professionale responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia, definito Energy manager; che è probabilmente l’unica figura professionale individuata nel settore dell’uso razionale dell’energia. Rientrano in questa categoria quelle aziende che utilizzano combustibili equivalenti fino a 10.000 tep per il settore industriale e 1.000 tep per settore civile e trasporti (per tep si intendono le “tonnellate equivalenti di petrolio”). Tali consumi si riferiscono alla quantità di energia utilizzata per la produzione di beni o per la fornitura di servizi, non tenendo conto che siano adoperati all’interno dell’azienda oppure inviati all’esterno verso terzi. Tra i consumi da considerare vi sono anche i prelievi energetici da depositi appartenenti all’azienda (geotermia, gas naturale, ….) e da risorse energetiche rinnovabili (solare, eolico, idroelettrico, biomasse, ….). Osserviamo che 1.000 tep corrispondono a circa 1,2 milioni di m3 di gas naturale o a 4,5 milioni di kWh. In Italia sono attualmente in attività poco più di 2600 energy manager. Per svolgere l’attività di Energy Manager è necessario venir inclusi nell'elenco gestito dalla FIRE (Federazione per l’uso razionale dell’energia) che ha ricevuto questo incarico dal Ministero dello Sviluppo Economico. Attualmente non sono previsti titoli di studio specifici, ma se si vogliono svolgere queste mansioni è indispensabile aver conoscenze approfondite su energia, ambiente, economia e finanza, oltre che capacità comunicative e relazionali. L'incarico di responsabile per l'energia, in base alla vigente normativa, prevede che i compiti e le funzioni svolte dall'Energy Manager siano riconducibili in particolare alla identificazione delle azioni, degli interventi e delle procedure essenziali per favorire l'uso razionale dell'energia (raccolta e analisi dei dati sui consumi energetici e promozione dell'uso efficiente dell'energia); inoltre deve approntare i bilanci energetici in relazione alla situazione economica e agli utilizzi finali previsti in azienda. Quindi la sua attività è rivolta a dare supporto alle aziende nella messa in campo di azioni per risparmiare energia. L’incarico può essere assunto sia da un dipendente aziendale, sia da un consulente esterno. La norma prevede inoltre che tutti i soggetti consumatori di energia, pubblici o privati, persone fisiche o giuridiche, enti o associazioni sono obbligati “ogni anno” ad effettuare la nomina del tecnico responsabile per la conservazione e l'uso razionale dell'energia con i limiti descritti in precedenza; che devono oltre che  conferire ufficialmente questo incarico al soggetto individuato anche informarne tutti i settori aziendali.

Energy Manager - Attività principali
L’incarico di energy manger parte dall’analisi del consumo energetico aziendale fino alla pianificazione delle fonti da utilizzare con l0 scopo di ottimizzare i consumi; ed è il soggetto incaricato di trovare la corretta mescolanza fonti energetiche volte a assicurare maggiore efficienza e risparmio energetico, vedi l’utilizzo di energie rinnovabili. In particolare le sua attività è mirata alle seguenti attività:
- ottimizzazione delle risorse energetiche;
- identificazione delle zone in cui vi sono anomali consumi;
- interventi in queste zone per promuovere l’uso razionale delle risorse energetiche;
- audit energetici di sistemi complessi.

Dall’Energy Manager all’Esperto in Gestione dell'Energia
Facendo esperienza professionale nella gestione dell'energia, l'Energy Manager potrà in seguito certificare  le proprie competenze in materia e divenire Esperto in Gestione dell'Energia (EGE) svolgendo anche ruoli operativi all'interno di una «ESCO» che viene così definita “persona fisica o giuridica che fornisce servizi energetici ovvero altre misure di miglioramento dell'efficienza energetica nelle installazioni o nei locali dell'utente e, ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario. Il pagamento dei servizi forniti si basa, totalmente o parzialmente, sul miglioramento dell'efficienza energetica conseguito e sul raggiungimento degli altri criteri di rendimento stabiliti”. Il riferimento normativo è l’art 16 del Dlgs.115/08 che prevede questa nuova figura professionale che dispone delle conoscenze, dell'esperienza e delle capacità necessarie per gestire l'uso dell'energia in modo efficiente; detta figura professionale deve essere certificata secondo la norma UNI CEI 11339:2009 “Gestione dell’energia. Esperti in gestione dell'energia. Requisiti generali per la qualificazione”. L’Ege si propone come Manager che si occupa dell’energia e dell’ambiente nel significato più esteso del termine e la sua attività è molto rilevante in quanto consente alle aziende di metter in campo strategie mirate al risparmio energetico indirizzando i tecnici del settore verso analisi più precise degli assetti energetici aziendali; inoltre può fare scelte volte sia alla riduzione dei costi che ad un ridotto impatto ambientale. Possiamo quindi dire che l’Ege è una figura professionale attuale che opera, secondo le direttive europee, alla liberalizzazione del settore energetico, con cui si sta cambiando completamente il mercato con un diverso bilanciamento dei rapporti tra produttori/fornitori di energia e consumatori.

Energy Manager - Prospettive professionali
Le aziende richiedono sempre di più figure professionali in grado di  ridurre gli sprechi e ottimizzare i consumi in campo energetico. Le prospettive professionali per l’Energy Manager/Ege sono molto ampie e si propongono in ogni settore ove siano presenti rilevanti consumi energetici; in particolare segnaliamo i seguenti ambiti:
- aziende industriali e del terziario;
- imprese che operano nel settore costruzioni e installazioni impianti;
- aziende che si occupano di servizi ambientali ed energetici;
- studi professionali di consulenza e progettazione nel settore energia e ambiente;
- enti pubblici centrali, comunali, provinciali e regionali operanti nel settore ambientale ;
- aziende sanitarie, ospedali e università;
- aziende di trasporto
- enti di ricerca e sviluppo.
Negli ultimi tempi sta aumentando la richiesta di energy manager anche in agricoltura soprattutto per quel che riguarda le energie rinnovabili con particolare rilievo per le tecniche di produzione energetica da biomassa e il trattamento dei rifiuti agricoli.

Energy Manager - Link di riferimento
Segnaliamo i siti di alcune associazioni e aziende che si interessano delle attività peculiari della figura di Energy manager. Fire (Federazione per l’uso razionale dell’energia) associazione tecnico-scientifica indipendente e no-profit, che si pone l’obiettivo di promuovere l'uso razionale ed efficiente dell'energia, supportando gli  operatori del settore. Nel suo sito propone anche la normativa e i corsi di aggiornamento e formazione necessari a chi vuole intraprendere questa professione legata ai Green Jobs. Si trova a Roma. Secem - Sistema Europeo di Certificazione in Energy Management, è la divisione di Fire che si occupa della certificazione volontaria dei tecnici Esperti in Gestione dell'Energia; nel sito sono riportate informazioni che attengono agli obiettivi e al percorso di certificazione di questo soggetti. Il portale web EnergyManager.it si interessa di energie rinnovabili e risparmio energetico, in particolare si pone come un punto di riferimento informativo e di orientamento tecnico e giuridico per le principali figure professionali operanti nel settore del risparmio energetico e delle fonti energetiche rinnovabili. Associazione Energy Managers è un'associazione tecnico-scientifica senza fini di lucro del settore impiantistico-energetico, che ha come scopo principale la promozione e lo sviluppo della corretta gestione delle risorse energetiche e delle innovazioni tecnologiche alle stesse connesse, nonché la formazione dei soci che operano nel settore. EnergySaving.it portale di Energy Saving società di consulenza che offre soluzioni ad alto valore aggiunto nell'ambito dell'energia e della riduzione dei costi nei seguenti settori: servizi di risparmio energetico ed economico alle imprese mediante l'ottimizzazione dei consumi e dei contratti di fornitura, servizi di consulenza e trading energetico (elettricità e gas naturale), produzione di software specializzato verso il mercato energetico. 
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Energia

L'energia è un argomento che viene trattato in questo settore del portale e ...

Formazione e lavoro

L'economia verde o "green economy" è un settore in grande sviluppo e offre ...

Corso energy manager

Frequentare un "Corso energy manager" è di fondamentale importanza per coloro ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati





Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet'