CERCA
Collegamenti sponsorizzati

Mobility manager

Compiti e competenze del mobility manager

Articolo aggiornato il 22-04-2013

Quella del traffico urbano è una vera e propria emergenza che colpisce le grandi città, in particolare i grandi centri urbani che sono quasi tutti intasati dal traffico che provoca danni all’economia, all’ambiente e alla salute dei cittadini. Per cercare di attenuare questi danni è stata istituita la figura professionale del “mobility manager” che è un soggetto di rilevante importanza per intervenire efficacemente e in tempi contenuti sulle problematiche dovute alla congestione del traffico e alle sue conseguenze negative sulla salute umana. Vediamo appresso quali sono i suoi compiti e le sue competenze.
Compiti e competenze del mobility manager Collegamenti sponsorizzati

Mobility manager

Il responsabile della mobilità o "mobility manager" è quella figura professionale nata con il decreto interministeriale "Mobilità sostenibile nelle aree urbane” del 27/03/1998 . Per “mobilità sostenibile” vengono indicate quelle modalità di spostamento (riferite in genere a un sistema di mobilità urbana) in grado di ridurre gli impatti ambientali sociali ed economici provocati dai veicoli privati. Questa figura con la sua attività professionale permette di rispondere in tempi brevi alle difficoltà della congestione del traffico e delle sue conseguenze sulla salute dei cittadini che vivono nelle grandi aree urbane. Detta figura deve essere nominata da aziende o enti pubblici con oltre 300 dipendenti nella stessa sede o 800 in sedi diverse; ed ha il compito di ottimizzare gli spostamenti dei dipendenti sia durante le ore di lavoro sia da casa al lavoro e viceversa, mettendo in campo indicazioni e provvedimenti rivolti al contenimento dei costi energetici e delle emissioni in atmosfera. In particolare questo soggetto opera sul controllo della domanda di trasporto con riferimento agli spostamenti sistematici ed ai comportamenti delle singoli. Per il mobility manager possiamo distinguere due tipologie di attività che fanno riferimento a:
• Mobility Manager aziendale che ha il compito fondamentale di ottimizzare i costi aziendali per gli spostamenti, in collegamento con le politiche di mobilità sostenibile del territorio in cui si trova l'azienda. Questo soggetto deve indirizzare la sua attività al contenimento dell’utilizzo dei mezzi privati tramite il “Piano degli spostamenti casa-lavoro” (PSCL). Questo piano ha come obiettivo quello di incrementare il trasporto alternativo e collettivo (es: car sharing, trasporto pubblico a chiamata, navette elettriche, bike sharing, navette aziendali, car pooling) che ha un più basso impatto ambientale rispetto al trasporto individuale e privato; che consente anche notevoli vantaggi riducendo: l’inquinamento atmosferico, l’inquinamento acustico, gli intasamenti stradali dovuti al traffico veicolare, gli incidenti stradali, il consumo energetico e l’emissioni di gas serra.
• Mobility Manager d’Area, figura stabilita dal D.M. 20 dicembre 2000 "Incentivazione dei programmi proposti dai Mobility Manager Aziendali" che funziona da supporto e coordinamento dei responsabili della mobilità aziendale. Inoltre ha il compito di tenere i collegamenti con le strutture degli enti locali e le aziende di trasporto, favorire le iniziative di mobilità di area, tenere sotto controllo gli esiti delle misure messe in campo e coordinare i PSCL delle aziende.

Siti di riferimento
Segnaliamo alcuni siti di riferimento per quanto riguarda la figura del mobility manager. Roma Servizi per la Mobilità è un’Agenzia di Roma Capitale che ha come scopo l’integrazione delle funzioni di pianificazione, progettazione e controllo della mobilità pubblica e privata con quelle di un’efficace informazione al servizio del cittadino per semplificare e rendere più consapevole l’uso dei diversi mezzi di trasporto. Inoltre ricopre il ruolo di informazione, aggiornamento verso i cittadini, i turisti, i pendolari, i “city user” sui temi relativi al trasporto. Nel suo sito è presente una sezione riservata alle funzioni che deve svolgere il mobility manager. MobilityManagement.info è un progetto sulla mobilità sostenibile dell'Associazione Mobility Management Italia di Torino che non persegue scopi di lucro. Tratta della figura professionale del Mobility Manager, facendo riferimento alla sua capacità di dare risposte in tempi brevi ai problemi della congestione del traffico e delle conseguenze sulla salute dei cittadini. Euromobility è un'associazione di mobility manager che svolge la sua attività nel mondo della “mobilità sostenibile” con l'obiettivo di decongestionare le aree urbane dal traffico, generato spesso dall'utilizzo irrazionale di auto private, che costituisce una seria minaccia alla convivenza civile e alla qualità della vita quotidiana.  Sul portale dell’Università La Sapienza di Roma è presente una sezione dedicata alla mobilità sostenibile con particolare riferimento all’attività del mobility manager nel contenimento del traffico privato a vantaggio di quello pubblico e/o sostenibile. Inoltre si interessa di: utilizzo ciclomotori elettrici, incentivi ministeriali per l´acquisto di biciclette e ciclomotori, incentivi per motori ecocompatibili, car sharing e bike sharing
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Ambiente

La tutela ambientale consiste nella preservazione degli ecosistemi e della ...

Formazione e lavoro

L'economia verde o "green economy" è un settore in grande sviluppo e offre ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati





Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet'